- Cautiero

Vai ai contenuti

Menu principale:

Territorio

Il Sannio è il cuore verde  della Campania e proprio tra le sue verdi colline sorge Frasso Telesino, un piccolo paese in provincia di Benevento. In  parte il territorio frassese rientra nel parco del Taburno, sorge ad un'altitudine di 374 m, sul versante occidentale del "Taburno Camposauro".

- L’etimologia della prima parte del nome non è certa, secondo alcuni deriva dal latino fractum, ossia rotto ed allude alle caratteristiche del luogo che possiede una spaccatura tra il Monte Sant'Angelo ed il Monte Cardito. Secondo altri il nome deriva da fraxinus, ossia frassino un albero tipico della zona.
È anche  un luogo di interesse archeologico per reperti di epoca romana ivi ritrovati.

- Nel cuore del paese si trova Terravecchia, cioè un antico nucleo abitativo ricco di suggestive arcate e passaggi, le cui origini risalgono al X secolo. Nel centro storico è possibile ammirare interventi pittorici su pareti di androni, case e chiese con rilevante valore urbanistico, che ebbero grande risonanza a livello nazionale ed internazionale, grazie ad una manifestazione organizzata negli anni ’80.

Il paese è a vocazione prevalentemente agricolo-pastorale, possiede fertili zone e le coltivazioni più intense, qui, sono quelle degli ulivi, che danno abbondante olio e dei vigneti, dai quali si ricavano ottimi vini.








Il Parco


Il Parco Regionale del Taburno - Camposauro, interamente ubicato all'interno della provincia di Benevento, rappresenta uno dei più importanti e suggestivi complessi naturalistici della Regione Campania.

Il Parco ha come scopo lo sviluppo sostenibile, infatti  tutela la fauna, la flora, le risorse idriche e geologiche, la sua  flora e la sua fauna sono tra le più varie della Regione.

- È facile incontrare, lungo i rigogliosi sentieri del Parco varie specie animali, tra cui il cinghiale, la volpe rossa, la lepre, il fagiano, il riccio, la talpa, vi sono numerose specie di uccelli che popolano i  suoi boschi.
Durante le bellissime notti stellate è possibile ammirare, il gufo, la civetta, uno spettacolo nelle sere d’estate sono le lucciole che brillano nel buio.

- La flora è di tipo Mediterraneo con prevalenza delle piante di latifoglie come frassini, olmi, querce, faggi ed aceri. Nelle cime più elevate crescono anche gli abeti bianchi.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu